Menu

PORTAEREI CAVOUR

Cliente: MARINA MILITARE ITALIANA 
Contrator: FINCANTIERI S.P.A. - MILITARY NAVY Dept. 
Coibentazione: SAIT S.P.A. - THERMOISOLRIV S.R.L. 
Tipo di isolamento: Apparato motore e tubolature con K-FLEX ECO (OMOLAGAT O MMI e MED)
- 30.000 m di tubi (13 e 19 mm di spessore)
- 4.500 m2 di lastre (13, 19 e 25 mm di spessore)

CLASSE: RINA MIL
STAZZA: 27.100
LUNGHEZZA: 244m
ALTEZZA: 39m
VELOCITÀ: 28 nodi
EQUIPAGGIO: 1301

 

La nave Cavour (CVH-550) è la nuova portaerei V/STOL italiana entrata in servizio per la Marina Militare Italiana nel 2009. È il risultato di un progetto congiunto della Direzione Generale degli Armamenti Navali (NAVARM) e la Fincantieri, sancito da un accordo firmato nel novembre del 2000. Il taglio della prima lamiera è avvenuto il 17 luglio 2001 nel cantiere navale di Riva Trigoso presso Genova. La nave di circa 30.000 tonnellate e, a causa delle sue dimensioni, è stata realizzata in due distinti tronconi, saldati successivamente. In particolare la parte prodiera è stata costruita ai cantieri del Muggiano (SP) mentre e la parte centrale e di poppa a Riva Trigoso. Il varo, della sola parte poppiera, è avvenuto il 20 luglio del 2004 nel cantiere navale genovese, alla presenza del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. Le prove in mare sono iniziate il 18 dicembre 2006, ed il 27 marzo 2008 è stata consegnata alla Marina Militare per i collaudi finali, al termine dei quali il 10 giugno 2009 è entrata in servizio in piena capacità operativa (FOC). Per la Marina Militare si tratta di un progetto ambizioso e unico nel suo genere in virtù del fatto che è la prima nave classificata, sin dalla consegna, portaerei (CVH). Lunga 244 m e larga 39 m, con un hangar di 134,2 m, la portaerei Cavour può ospitare fino a 12 elicotteri o 8 aerei. L’hangar può essere utilizzato anche come garage per il trasporto di mezzi terrestri e può contenere fino a 24 veicoli pesanti come carri armati o fino a 50 veicoli medi come mezzi anfibi. L’ISOLANTE K-FLEX ha fornito il materiale isolante K-FLEX ECO per la coibentazione tubolare dello scafo e dell’apparato motore per un totale di 30.000 metri di tubi e 4.500 m2 di lastre. K-FLEX ECO è la risposta concreta per il contenimento dei consumi energetici nella sicurezza e rispetto dell’ambiente.

Ultima modifica ilMercoledì, 02 Luglio 2014 10:35
Altro in questa categoria: « TEATRO "LA SCALA"
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto